«

»

Cosa fare a Firenze se sei un parrucchiere (e lunedì non lavori)

Per qualsiasi visitatore che si trovi a Firenze nella giornata del lunedì, un’informazione necessaria riguarda la chiusura di alcuni dei suoi musei più prestigiosi, tra i quali la Galleria degli Uffizi e quella dell’Accademia.
Ma niente paura! Firenze è comunque in grado di offrire numerosissime alternative in grado di conquistare ogni tipo di turista…
Abbiamo perciò pensato di elaborare una breve guida riepilogativa di alcuni dei musei che ogni turista dovrebbe assolutamente visitare durante il suo soggiorno.

Il 1°, 3° e 5° lunedì del mese ad esempio, restano aperte le porte del Museo del Bargello, in cui poter ammirare una meravigliosa collezione di sculture realizzate tra gli altri da Donatello e Michelangelo. Lo stesso vale per il Museo di San Marco, il quale, sviluppato all’interno di un antico convento domenicano, ospita meravigliosi affreschi realizzati direttamente dal Beato Angelico.
Il 2° e 4° lunedì del mese si potranno invece visitare le Cappelle Medicee, situate nei pressi del variopinto mercato di San Lorenzo, un’ottima occasione per unire arte e shopping in una delle aree più vive di tutto il centro storico!
Il 2° e 3° lunedì del mese inoltre, all’interno di Palazzo Pitti restano aperti il Museo degli Argenti, in cui poter ammirare il Tesoro dei Medici, la Galleria del Costume, il Museo delle Porcellane ed i meravigliosi Giardino di Boboli e Giardino Bardini, tappa obbligata nel caso di una splendida giornata di sole!

PALAZZO VECCHIO Cosa fare a Firenze se sei un parrucchiere (e lunedì non lavori)
Non si può assolutamente rinunciare ad una visita di Palazzo Vecchio, situato nella centralissima Piazza della Signoria. L’edificio, oggi sede del Comune, ha da sempre rappresentato il potere cittadino. Al suo interno sarà impossibile non restare incantati dalla maestosità dello splendido Salone dei Cinquecento e per chi ne avesse voglia, è oggi possibile salire fino al camminamento della Torre di Arnolfo, chiusa ai visitatori fino a poco tempo fa.

duomo firenze Cosa fare a Firenze se sei un parrucchiere (e lunedì non lavori)
Non effettua chiusura il Duomo di Firenze (S. Maria del Fiore), il quale offre tra l’altro la possibilità per i più temerari, di salire fino in cima alla splendida Cupola del Brunelleschi ed al Campanile di Giotto, da cui poter godere di una vista mozzafiato a 360 gradi su tutta la città!
È utile ricordare inoltre che tutte le chiese della città restano aperte ogni lunedì. Tra di esse una menzione particolare merita la Basilica di Santa Croce, al cui interno sono sepolte alcune delle personalità più importanti della città tra cui Michelangelo, Machiavelli e Galilei e dove si potrà contemplare lo splendido crocifisso del Cimabue. All’interno della Basilica risiede inoltre un’antica Scuola del Cuoio, dove sarà possibile osservare in prima persona il lavoro dei suoi eccellenti artigiani ed acquistare prodotti sicuramente unici!

santa maria novella Cosa fare a Firenze se sei un parrucchiere (e lunedì non lavori)
Non rinunciate alla visita della basilica di Santa Maria Novella con i suoi splendidi chiostri e di San Miniato al Monte, situata a pochi passi da Piazzale Michelangelo, da cui si potrà godere di una vista esclusiva ed imperdibile su tutta la città!
Chi fosse interessato invece a musei più insoliti, deve certamente annotare la Casa di Dante, situata nel cuore del centro storico; la Sinagoga con l’annesso Museo Ebraico; l’Ospedale degli Innocenti ubicato nella bellissima Piazza Santissima Annunziata e l’antica Officina Farmaceutica di Santa Maria Novella, dove oltre a visitare il relativo museo si potranno acquistare prodotti farmaceutici e di bellezza ancora oggi realizzati secondo le ricette di un tempo.
Infine, per i più piccoli, mete ideali possono essere il Museo Galileo di Storia e della Scienza e l’Orto Botanico della città, uno tra i più antichi al mondo!
Insomma, anche di lunedì Firenze mantiene intatto tutto il suo fascino ed è in grado di lasciare un ricordo indelebile nella memoria di qualsiasi visitatore.

Share on Facebook

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>